La realtà è fantascientifica o la fantascienza ispira la realtà? Sembrano domande paradossali, ma non per chi, come la fotografa Francesca Romana Guarnaschelli, ha deciso di raccontare un’invasione aliena tramite una serie di scatti fotografici (il tutto reso più virtuosistico dal rifiuto di usare Photoshop) intitolati Promessa Terra. I 15 scatti analogici, ripresi ai quattro angoli d’Europa in un arco di tempo di due anni, si ispirano a celebri film di fantascienza come Ultimatum alla Terra (1951) di Robert Wise o L’uomo che cadde sulla Terra (1976) di Nicolas Roeg.

Tramite il potere della fotografia gli scorci di città raccontano un cambiamento profondo, una colonizzazione aliena che forse è già in corso. Selezionata per il prestigioso Festival Internazionale della Fotografia di Roma, l’opera di Guarnaschelli, curata da E. Corsetti e N. Fano sarà visibile a Roma, presso Spin in via Vodice, 8 a partire dal 5 ottobre, mentre dal 28 ottobre all’8 dicembre la mostra si trasferirà presso il Laboratorio Fotografico Corsetti, Via dei Piceni, 5/7.

Francesca Romana Guarnaschelli. Sito ufficiale.